Perché è importante combattere la rivittimizzazione secondaria

Ogni giorno in tutte le città italiane si consumano soprusi e si rovinano vite umane in decenni di giudizi inutili a causa di cattive interpretazioni delle situazioni.
Tutto ciò incide gravemente sulla vita delle vittime, sia nella educazione dei figli che, qualora vengono affidati al genitore sbagliato, saranno i futuri prepotenti e squilibrati di domani.
Padri di questa natura non possono essere considerati né genitori né modelli sani per i figli in quanto fanno introitare ai figli il loro stesso modello relazionale.

Vi invito a leggere questo articolo della giudice De Nicola

http://www.ingenere.it/news/prima-persona-contro-la-violenza-paola-di-nicola

La violenza non è solo il pugno in faccia.
Le maggiori violenze sulle donne nelle separazioni non sono affatto fisiche. Sono al contrario violenze più subdole ma che esercitano una pressione continuata e per questo molto logorante, quali la violenza psicologica, economica e perfino giudiziaria attraverso un abuso ripetuto del diritto.

Come mai la vittima che è costretta a difendersi e a maturare una profonda tenacia per contrastare il maltrattante viene definita conflittuale, mentre il maltrattante che continua a sporgere denuncia non viene mai accusato di lite temeraria?

DUE PESI E DUE MISURE DELLA MAGISTRATURA BUSTOCCA E NON SOLO.

Cosa è la rivittimizzazione secondaria

#tribunaledibustoarsizio #periziefalse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...